April 1, 2019

March 28, 2019

March 25, 2019

March 18, 2019

March 14, 2019

March 11, 2019

March 7, 2019

March 4, 2019

Please reload

Post recenti

Senza se e senza ma...

April 4, 2019

1/10
Please reload

Post in evidenza

EURO

April 12, 2018

 

 

 

 

 

Il progetto dell'Unione Europea fu “venduto” ai cittadini, come un sistema per evitare le tensioni dello SME ovvero Sistema Monetario Europeo.

 

Il sistema monetario europeo,entrato invigore il 13 marzo 1979 e sottoscritto dai paesi membri dell'allora Comunità Europea(ad eccezione della Gran Bretagna, entrata nel 1990), costituì un accordo per il mantenimento di una parità di cambio prefissata (stabilita dagli Accordi di cambio europei), che poteva oscillare entro una fluttuazione del ±2,25% (del ±6% per Italia, Gran Bretagna, Spagna e Portogallo), avendo a riferimento una unità di conto comune (l'ECU), determinata in rapporto al valore medio dei cambi del paniere delle divise dei paesi aderenti.

 

Furono all'epoca molto enfatizzati i vantaggi per il commercio ed il turismo dall'eliminazione delle fluttuazioni dei cambi delle valute nazionali.

 

I politici di allora “compresero” che sarebbe stato più semplice “far passare l'idea” della Moneta Unica, piuttosto che quella dell'Unione Monetaria o “peggio ancora” degli Stati Uniti d'Europa.

 

“I am sure the Euro will oblige us to introduce a new set of economic policy instruments. It is politically impossible to propose that now. But some day there will be a crisis and new instruments will be created”

 

Romano Prodi Presidente della Commissione Europea, Dicembre 2001.

 

Essendo attualmente la Germania il paese con il maggior peso specifico specie dopo la riunificazione avvenuta nel corso del 1989 ed avendo in mente i seguenti obiettivi che mal si conciliano con gli altri parters quali p.e. Spagna, Portogallo, Italia, Francia, oltre a Grecia e Cipro tanto per citarne alcuni, e più precisamente gli interessi tedeschi mirano a:

 

avere una moneta forte, alternativa al Dollaro statunitense e al mantenimento della capacità produttiva industriale.

 

Secondo loro questi tre obiettivi si ottengono solo applicando politiche di bilancio deflattive.

 

Per queste ed altre ragioni che vedremo nel prossimo post, in seno all'Unione Europea sono verificate specie dopo la Grande Crisi nel 2008, forti tensioni sociali specie in alcuni Paesi periferici.

 

Grazie per l'attenzione.

 

Marco.

 

 

 

Share on Facebook
Please reload

Seguici