April 1, 2019

March 28, 2019

March 25, 2019

March 18, 2019

March 14, 2019

March 11, 2019

March 7, 2019

March 4, 2019

Please reload

Post recenti

Senza se e senza ma...

April 4, 2019

1/10
Please reload

Post in evidenza

Mancanza di perseveranza

August 16, 2018

 

 

 

 

 

Una delle ragioni più comuni dei fallimenti personali è il difetto di rinunciare davanti alle sconfitte temporanee. Ognuno di noi commette, prima o poi, questo tipo di errore.

 

"Durante la corsa all'oro zio e nipote furono presi da quella "febbre" e si trasferirono nell'ovest per scavare e diventare ricchi. Non avevano mai sentito dire che è sempre stato estratto più oro dai pensieri umani che dalle viscere della terra. Agirono a modo loro, dotandosi di pala e piccone.

 

Dopo alcune settimane di lavoro, vennero ricompensati dalla scoperta del luccicante minerale. Gli servivano altri macchinari per poterlo portare in superficie: dunque, nascosero la cava per cautelarsi e tornarono verso casa, rivelando il "colpo" ai parenti ed alcuni amici. Misero assieme i soldi necessari per acquistare le macchine e poi le imbarcarono, dopodichè tornarono alla miniera.

 

Il primo vagone del minerale fu estratto e spedito ad una fonderia. La resa dimostrò che avevano trovato una delle miniere più ricche del Colorado! Qualche altro vagone del minerale ed avrebbero potuto ripagare tutti i debiti. In seguito sarebbero arrivati utili a volontà.

 

Le trivelle scavavano instancabilmente! Le speranze dei due si rafforzarono sempre di più, ma poi accadde qualcosa: scomparve la vena del minerale aurifero. Con la riserva d'oro, svaniva anche la loro illusione. Continuarono a scavare, cercando disperatamente di ritrovare la vena, ma senza riuscirvi.

 

Infine decisero di rinunciare.

 

Vendettero le macchine ad un rigattiere per pochi centinaia di dollari e tornarono a casa in treno. Il rigattiere si rivolse ad un ingegnere minerario, commissionandogli alcuni calcoli da eseguire sulla cava. Secondo l'ingegnere, il progetto era fallito perchè i proprietari ignoravano "la linea delle faglie". In base ai suoi calcoli, la vena sarebbe ripresa ad appena un metro da dove avevano smesso di scavare i due! Infatti la ritrovarono proprio a quella profondità.

 

Il rigattiere ricavò milioni di dollari dalla miniera d'oro semplicemente perchè fu cosi saggio da chiedere il consiglio di un esperto prima di abbandonare il progetto".

 

Grazie per l'attenzione.

 

Marco