April 1, 2019

March 28, 2019

March 25, 2019

March 18, 2019

March 14, 2019

March 11, 2019

March 7, 2019

March 4, 2019

Please reload

Post recenti

Senza se e senza ma...

April 4, 2019

1/10
Please reload

Post in evidenza

Il rovescio della medaglia

December 6, 2018

 

 

 

 

 

Testa

 

Negli ultimi trenta anni l’economia cinese ha vissuto un vero e proprio boom economico, che ha permesso al Paese di diventare la seconda economia mondiale, di aumentare il benessere economico e di far uscire dalla povertà milioni di cittadini. Oggi è il centro manifatturiero per eccellenza ed è il primo mercato per quanto riguarda il numero potenziale di consumatori. Ha un tasso di crescita economico del 6,9%, è la seconda potenza economica al mondo dopo gli Usa e fra meno di 10/15 anni potrebbe diventare la prima. Purtroppo ancora pratica il dumping valutario ovvero viene tenuto basso il valore dello yuan in modo che le loro merci siano competitive sui mercati mondiali nonostante il fatto che negli ultimi anni i salari e stipendi si siano adeguati al costo della vita.

     

    Croce

     

    Lu Guang è scomparso.

    Il fotografo cinese, tre volte vincitore del premio fotografico World Press, vive a New York ma si occupa soprattutto di questioni ambientali e sociali in Cina.

    Le sue immagini spesso condivise su internet e oggetto di accesi dibattiti, hanno mobilitato più volte l’opinione pubblica e hanno costretto le autorità cinesi a intervenire in diverse occasioni. Lu Guang riprende ogni soggetto con una profondità che gli permette di catturare immagini senza precedenti, rendendo visibile una tragedia nascosta che si fa largo dietro un sistema economico che pensa solo a crescere, senza badare alle conseguenze.

    Era stato invitato nello Xinjiang per una conferenza nello scorso ottobre; la moglie dice di non avere più sue notizie dal 3 novembre. Dopo la sua denuncia, le autorità le hanno comunicato che Lu Guang è stato trattenuto da funzionari della sicurezza nazionale nella regione, sottoposta a pesanti controlli.